Il Quadri­foglio Gruppo Coop­er­a­tivo è nato il 26 Set­tem­bre 2013 facendo con­fluire l’esperienza di due Coop­er­a­tive: Il Quadri­foglio Soc. Coop. Sociale Onlus e Lo Scoiat­tolo Soc. Coop. Sociale Onlus, pre­senti da più di 20 anni sul Monte Ami­ata. Il Gruppo è una coop­er­a­tiva che for­nisce servizi per il sociale, per la comu­nità, l’inserimento lavo­ra­tivo, la pub­blic­ità, la cre­ativ­ità e la comu­ni­cazione. Con circa 160 dipen­denti Il Quadri­foglio Gruppo Coop­er­a­tivo si instaura tra le realtà lavo­ra­tive strut­turate più grandi e impor­tanti del ter­ri­to­rio su cui opera. L’obiettivo de Il Quadri­foglio è quello di essere un solido punto di rifer­i­mento per la comu­nità a cui si riv­olge soste­nen­dola sia diret­ta­mente che indi­ret­ta­mente, pun­tando ad una crescita che guardi al futuro, fatto di qual­ità e benessere.

SIAMO NOI SIAMO IN TANTI”: IL QUADRIFOGLIO, UNA COOPERATIVA FATTA DI DONNE E UOMONI CHE REGGE LA CRISI E GUARDA AL FUTURO

Il Quadri­foglio Gruppo Coop­er­a­tivo, com­pie vent’anni. 174 dipen­denti, un fat­turato sicu­ra­mente impor­tante, mag­giore pre­senza sul ter­ri­to­rio; con questi pre­sup­posti la coop­er­a­tiva ami­atina guarda al futuro con ottimismo

Ven­erdì 24 luglio 2015, a par­tire dalle ore 17.00, la Sala del Popolo del comune di Santa Fiora, ha ospi­tato l’assemblea dei soci del Quadri­foglio Gruppo Coop­er­a­tivo, realtà ami­atina nata nel 1995, come risposta alla neces­sità di dif­feren­ziare l’attività del set­tore sociale, fino ad allora gestito all’interno delle Coop­er­a­tive di Servizi. La gior­nata di ven­erdì è stata anche l’occasione per fes­teggiare i venti anni della coop­er­a­tiva, a par­tire infatti dalle ore 19.00 i fes­teggia­menti si sono spo­stati al Parco Peschiera di Santa Fiora. All’assemblea sono inter­venuti, Anna Camarri, pres­i­dente de Il Quadri­foglio, Tonino Ter­ri­bile, Pres­i­dente Ctl Gros­seto, Assunta Astorino, Vice pres­i­dente Lega­coop Toscana, Alberto Bam­bagini, Pres­i­dente col­le­gio sin­da­cale. Pre­senti anche alcuni ammin­is­tra­tori locali e rap­p­re­sen­tanti di coop­er­a­tive di servizi.

Quest’anno si cel­e­bra il ven­ten­nale della coop­er­a­tiva – spiega Anna Camarri, pres­i­dente della Coop – che nacque nel 1995 sulla spinta del prog­etto Ami­ata, (una risposta alla crisi mineraria ed alla neces­sità di ricon­ver­tire i mina­tori e gli operai fore­stali in nuovi set­tori indus­tri­ali). In quel prog­etto furono coin­volti tanti gio­vani dis­oc­cu­pati di allora, alcuni dei quali pre­senti oggi in questa coop­er­a­tiva. Guardando indi­etro di oltre venti anni, rite­ni­amo che in quel prog­etto si siano incon­trati o scon­trati diversi inter­essi, ma il risul­tato più impor­tante ottenuto è stato quello di aver inter­rotto in quegli anni il flusso migra­to­rio di gio­vani che abban­don­a­vano l’Amiata ed è pro­prio da questi gio­vani che sono usciti i primi gruppi Diri­genti del Movi­mento Coop­er­a­tivis­tico e Sin­da­cale Ami­atino e nate dunque le diverse Cooperative”.

Oggi il movi­mento coop­er­a­tivis­tico ami­atino pre­senta una buona solid­ità pat­ri­mo­ni­ale e occu­pazione in tutti i set­tori. Nello speci­fico il Quadri­foglio cel­e­bra il ven­ten­nale con 174 dipen­denti di cui 120 sono soci e 4 mil­ioni di fat­turato. Indis­pens­abile è adesso inter­pretare il cam­bi­a­mento: “impor­tante per noi è inve­stire in per­corsi e prog­etti inno­v­a­tivi che pos­sano portare un val­ore aggiunto ai servizi storici che ges­ti­amo – con­tinua Camarri – inte­grare la prog­et­tazione di aree diverse, operando un con­tinuo riag­gior­na­mento della nos­tra azione per offrire per­corsi inno­v­a­tivi soprat­tutto per gli inser­i­menti lavo­ra­tivi e infine creare un nuovo lavoro sociale in set­tori strate­gici per la nos­tra econo­mia dal tur­ismo sociale, all’artigianato anche attra­verso accordi con part­ner privati”.

Alla base di queste poten­zial­ità è l’investimento più impor­tante che Il Quadri­foglio ha fatto negli ultimi anni. “la nos­tra orga­niz­zazione, la nuova sede ed i nuovi locali al cen­tro di Arci­dosso inau­gu­rati lo scorso aprile – con­clude Camarri – ci ren­dono più com­pet­i­tivi e vitali in un ter­ri­to­rio come il nos­tro ricco di occa­sioni di sviluppo che dovremo essere in grado di prog­ettare a par­tire dalle col­lab­o­razioni anche con altri privati”.

assemblea_9

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi