Quadrifoglio_IC_720x300_Imp43

COSA?
La RA Rosselli è una strut­tura con valenza sociale che riv­olge le pro­prie prestazioni a soggetti auto­suf­fi­ci­enti ma impos­si­bil­i­tati a vivere nel pro­prio domi­cilio.
Le attiv­ità della strut­tura sono, prin­ci­pal­mente, di natura assis­ten­ziale e riabil­i­ta­tiva. Sono pre­visti i servizi di ospi­tal­ità res­i­den­ziale, nella Res­i­denza sociale Assis­tita, e diurna, presso il Cen­tro Diurno, che garan­tis­cono: cura e assis­tenza degli ospiti per ogni neces­sità, prestazioni riguardanti l’autonomia della per­sona, accom­pa­g­na­mento degli utenti in tutte le attiv­ità esterne alle strut­ture, vig­i­lanza diurna e not­turna, pulizia degli ambi­enti, della biancheria e degli indu­menti per­son­ali degli ospiti, preparazione di pasti per gli ospiti della Res­i­denza e per col­oro che con­sumano il pasto al Cen­tro Diurno o al pro­prio domicilio.

QUANDO?
Tutti i giorni, durante tutto l’anno

DOVE?
Il servizio si svolge nei locali della strut­tura sit­uati a Castell’Azzara in via Marconi.

CHI?
Gli utenti della Res­i­denza Assis­tita sono soggetti adulti o anziani, res­i­denti nel ter­ri­to­rio dell’Unione dei Comuni Ami­ata Gros­se­tano, impos­si­bil­i­tati a rimanere nel pro­prio ambi­ente di vita e quindi che vivono in con­dizioni di soli­tu­dine, di emar­gin­azione o di lim­i­tata autono­mia e con mod­esta dipen­denza sociosanitaria.

COME?
L’accesso al servizio avviene tramite richi­esta da parte del soggetto inter­es­sato o della famiglia, è pre­visto il paga­mento di una retta gior­naliera che potrà essere inte­grata dall’Ente tito­lare in base al red­dito posseduto.

REGOLAMENTO
Ver­sione scar­i­ca­bile.
rosselli_regolamento_2017

 

PROGETTO di ANIMAZIONE PARTECIPATA
con STEFANO LUCARELLI (autore e nar­ra­tore teatrale)

Il per­corso pre­visto per un nuovo servizio di “ani­mazione” all’interno del Gruppo Coop­er­a­tivo Il Quadri­foglio presso la RA Rosselli ed in altre strut­ture prevede la con­di­vi­sione delle attiv­ità con i res­i­denti. Ore di con­vivi­al­ità che coin­vol­gono atti­va­mente l’ospite della casa, con una serie di appun­ta­menti fis­sati per ogni giorno della set­ti­mana feri­ale. In tal modo, queste per­sone finis­cono per sapere esat­ta­mente cosa accadrà nei giorni pre­visti, aumen­tando il deside­rio e la voglia di fare. Alcuni degli ospiti vivono da anni in questa situ­azione di res­i­den­zial­ità, ed è nec­es­sario che ries­cano a dis­trarsi ma anche a con­tin­uare a pen­sare alla loro vita, al loro futuro, alla relazione con il mondo esterno e alla cura di loro stessi.

Il punto prin­ci­pale di queste attiv­ità è andare, quindi, in quella direzione.
Vedi­amole una per una:

LETTURA AD ALTA VOCE
Si chiama “Let­ture a Voce Alta” e si tratta di un appun­ta­mento con il prog­etto di recu­pero della “for­mula del rac­conto” intorno al foco­lare domes­tico. Ogni mat­tina, intorno alle 10.00, la res­i­denza Casa Rosselli si trasforma in un grande salotto di let­tura e parte­ci­pazione al dial­ogo. Ven­gono messe in opera alcune modal­ità di con­duzione a voce alta come la let­tura a pun­tate, la let­tura di scioglilin­gua e testi sul ter­ri­to­rio. La let­tura a pun­tate si real­izza con un rac­conto lungo o un romanzo, che porti il deside­rio di seguire la trama con mag­giore aspet­ta­tive. Di volta in volta, per mezzo dell’intreccio ma anche attra­verso il riconosci­mento di situ­azioni ambi­en­tali d’epoca o riguardo la vita con­tad­ina e di fab­brica. Si è iniziato con “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono, un rac­conto mer­av­iglioso sulla capac­ità dell’uomo di creare dal nulla qual­cosa di incred­i­bile ed impens­abile; in seguito abbi­amo letto i romanzi di Ser­gio Ser­e­nari (Le tre fonti e Il Van­gelo di un Uomo), il rac­condo mito di Gil­gamesch, l’eroe Sumero; “Efren” di Milo Milani, e a breve i romanzi cav­allereschi, molto gra­diti, di Laura Mancinelli editi da Ein­audi. La let­tura di scioglilin­gua, dei versi in poe­sia e delle ottave rime, invece, por­tano a toc­care la lin­gua orig­i­naria ma anche le trame delle sta­gioni e delle cose.

CANZONI ALLA CHITARRA
Nel mer­coledì pomerig­gio ci sono le can­zoni accom­pa­g­nate dalla chi­tarra che spaziano dal folk ai brani tradizion­ali fino a quelle degli autori più con­tem­po­ranei ma molto seguite e conosciute. Questo per favorire la pos­si­bil­ità di cantare tutti insieme. Le can­zoni, sin dalla prima volta, hanno sus­ci­tato un par­ti­co­lare clam­ore e suc­cesso per il liv­ello di entu­si­asmo e di felic­ità imme­di­ata. In alcune mat­tine di brutto tempo si ascoltano con lo stereo alcune can­zoni datate che ven­gono accom­pa­g­nate da brevi danze o can­tate insieme con gusto e con aneddoti.

GIOCHI DA TAVOLO
Con la Tombola del mart­edì pomerig­gio o con i tornei di briscola e scopa, gestiti con gironi all’italiana, i res­i­denti si met­tono intorno ad un tavolo e gio­cano insieme. Imme­di­ata­mente si ven­gono a riper­cor­rere le situ­azioni tipiche da locanda: escla­mazioni e com­menti sagaci sul liv­ello di “for­tuna” o di abil­ità dei diversi con­cor­renti. Inoltre si parte­cipa alla real­iz­zazione di pic­coli puz­zle (memo­ria e ges­tu­al­ità) e si gioca con il Mem­ory: il tipico gioco delle tessere riv­oltate sul dorso dove bisogna trovare la cop­pia da scartare.

GIOCHI AL PARCO
Tutti i giorni di bel tempo, intorno alle 11,00, si va verso il pic­colo parco giochi del Comune di Castell’Azzara per fare una par­tita a bocce. Le par­tite sono belle e molto sen­tite, a volte anche con la pre­senza di res­i­denti del paese, che volen­tieri parte­ci­pano oppure osser­vano con il tifo tipico di queste occasioni.

L’obiettivo, quindi, è quello non solo di “fare com­pag­nia”, ma di favorire l’opportunità di pen­sare alla pro­pria vita nel momento pre­sente, cer­cando di con­tenere la pres­sione, a volte pesante e sof­ferta, della memo­ria e quella ancor più dif­fi­cile della soli­tu­dine e del dolore.
Ricordo che tutti questi appun­ta­menti pos­sono essere fre­quen­tati anche da uomini e donne che non fanno parte delle strut­ture res­i­den­ziali ma vivono intorno ad esse.

Tito­lare del servizio
Il Quadri­foglio Soc. Coop. Sociale, Via della Lib­ertà, 44 — 58037 S. Fiora (GR)

Info
RA Rosselli
Via Mar­coni
58034 Castell’Azzara (GR)
Tel. (+39) 0564 951579

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Cookie policy

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi